La Signorina Else a San Martino

Molte risposte esatte, come prevedibile. Anche perché questo è il romanzo di Arthur Schnitzler ambientato proprio a San Martino di Castrozza, e più precisamente allo storico Hotel Fratazza, che oggi non esiste più.

Prendetevi due ore di tempo e godetevi il monologo interiore di Else, un getto ininterrotto di pensieri, un viaggio affascinante, e a tratti caotico, nella mente di una giovane borghese degli inizi del ‘900 (durante la Belle époque) che, in vari momenti, somiglia alla mente di una qualsiasi adolescente di oggi. Con le sue contraddizioni, i suoi desideri, la sua arroganza, la sua fragilità.
La signorina Else ha diciannove anni, appartiene a una buona famiglia viennese di origini ebraiche ed è una ragazza particolarmente carina (ce lo ripete in continuazione lei stessa!).
La vicenda si svolge durante un 3 settembre a San Martino di Castrozza che, fino al 1918, è ancora parte dell’Impero Austro-Ungarico. Else è in vacanza nella famosa località alpina insieme alla zia Emma e a suo cugino Paul per il quale nutre sentimenti contrastanti: in alcuni frangenti ne sembra attratta e gelosa, in altri sembra essere infastidita persino dalla sua presenza.

Bravi a Donatella, Cristina e Luca, i primi tre a indovinare.

eb_u1_978-3-10-401227-8